Capri

Gianluca Panareo feat. Vincenzo Pedata

Trona indietro
  • 01
  • 02

Gianluca Panareo feat. Vincenzo Pedata, Katharsis op.1 n.0, 2015

Concerto elettronico per esplosioni subacquee, installazione performativa

Location: Piscina Hotel Syrene, Capri

Katharsis è un'installazione performativa di esplosioni subacquee creata appositamente per la piscina dell'Hotel Syrene di Capri. L'azione vuole essere un momento di meditazione sul naturale ciclo di distruzione e purificazione come elemento necessario al progredire della storia.
Le esplosioni che avvengono di fronte agli occhi degli spettatori vogliono evocare una profonda e non consciente percezione attraverso la reazione provocata dalle esplosioni unite al suono e alla luce. Un atto catartico di purificazione.

Bio Breve

Gianluca Panareo, Pesaro 1988
Dopo il diploma in agraria frequenta la Civica Scuola di Cinema, Televisione e Nuovi Media di Milano come sceneggiatore e autore televisivo, fotografo autodidatta, regista teatrale per vocazione, meccanico per passione. Irriverente per natura, selvatico per educazione.
Lavora mettendo in relazione multimediale diversi linguaggi, indagando la cronaca, la psicologia e gli archetipi della società per ricavare simboli ed allegorie del presente, cercando di evocarne i paradossi e farli deflagrare in una coreografia di meraviglia, in una suggestione politica.
A 16 anni vince il premio del Centro internazionale di studi Pirandelliani per una rilettura contemporanea dello spettacolo "I giganti della montagna". Nel 2009 fonda la compagnia teatrale Progetto Robur con la quale partecipa a diversi premi (Premio internazionale di regia teatrale Fantasio Piccoli 2009, Premio Scenario 2013), lavora per grandi teatri (Teatro Elfo-Puccini e Teatro Litta, Milano) e la dirige fino al 2014, quando decide di lasciarla per dedicarsi ad una ricerca più vicina alla performance e all'installazione site-specific. Con le sue performance partecipa a TheOthers Art Fair 2014, alla 50° Biennale di Architettura e Design di Lubiana e inaugura l'edizione 2015 di SetUp Art Fair-Bologna. Con l'installazione "Mind the border" ha partecipato a Fondamenta 4.0, evento collaterale della 56° Mostra Internazionale d'Arte di Venezia curato dall'Università Ca' Foscari.

Vincenzo Pedata, Napoli 1982
Studia all'Accademia di Belle Arti di Bologna sezione scultura ed inizia poi ad approfondire il suo interesse per la musica con un focus particolare sull'improvvisazione, dapprima acustica e poi elettroacustica. Dal 2013 studia Musica Elettronica presso il Conservatorio G. Rossini di Pesaro e nel 2014 frequenta il corso di Sonology presso il Royal Conservatory de L'Aja, esperienza che lo porta a sviluppare una più strutturata interconnessione tra suono-spazio-immagine, che diventa punto cardine nella sua ricerca attuale.