Capri

Alice Grassi

Trona indietro
  • 01
  • 02

Alice Grassi, Blue Imaginary - Blue Grotto House, 2015

Location:

Grotta Azzurra, luogo di storie ed immaginari. Attraversata da inquietudine e meraviglia, la Grotta Azzurra ha rivelato i molteplici stati degli esseri umani. Il disegno, custodito in un light box, ri-traccia, attraverso le stratificazioni del segno, la storia delle rappresentazioni immaginarie della grotta. Nelle case stabili e geometriche di caolino si racconta l'abitare in una maniera dualistica in cui all'esterno percepiamo un candore domestico espresso in una forma rassicurante, mentre l'interno rivela possibili incognite.
Questi due aspetti convivono nello stesso luogo, animando l'immaginario dicotomico.

Bio Breve

Alice Grassi si diploma in fotografia allo IED di Roma nel 2001, successivamente in ripresa e montaggio presso C.F.P. Vigorelli nel 2004 e si laurea in Comunicazione Visiva all'Accademia Multimediale di Belle Arti di Brera nel 2006. Nel 2011 si diploma in photo editing e ricerca iconografica presso il C.F.P Bauer a Milano e nel 2013 consegue il master in Lighting Design and LED technology al Politecnico di Milano.
Ha partecipato a tre mostre collettive presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (Tell me why, GE/06, GE/09) e nel 2009 riceve un finanziamento per il lavoro fotografico Phoenix in occasione dei 10 anni di GE/09, Da Guarene all'Etna.
Nel 2007 partecipa al Festival d'Arte Contemporanea Tina-b a Praga e nel 2008 e 2009 a due edizioni del festival internazionale di Fotografia di Roma. Nel 2008 è selezionata tra i venti finalisti del Premio Cairo con il video Babel. Sempre nel 2008 presenta un progetto site specific per la mostra personale Eat me slowly presso la Duet gallery di Varese. Nel 2010 viene selezionata per l'Artist in residence presso A.C.A. Atlantic Centre for the Arts, con il Master artist Jean Marc Bustamante.
Sempre nel 2010 partecipa alla mostra Photo Vernissage a San Pietroburgo ed è selezionata tra i finalisti del Premio Celeste in mostra alla Fondazione Brodbeck. E' invitata all'artist in residence The cutting edge in Transilvania, in mostra a Cluj e in Grecia e vince il Premio Intersection per KunstArt. Nel 2011 espone al New Music Festival, Hong Kong e al Yong Siew Toh Conservatory a Singapore collaborando con la compositrice Ashley Fu-Tsun Wang. Partecipa alla mostra Controforma, Daegu Korea. e nel 2013 alla mostra Rotta di collisione curata da Gaia Tedone presso Artopia Gallery di Milano.